27
Dic
2016

2016 – L’Anno della Guerriglia Ontologica

(Ancora vivo, nonostante il 2016)


Giunto in furtività, come un ladro nella notte, il 2016 ha istituito il suo regno del terrore. Ebbro di scotch scadente e del sangue degli innocenti, ha scatenato atrocità inenarrabili per dodici mesi, fino a che una rivolta multicolore di indomiti bastardi non l’ha appeso a testa in giù a una pompa di benzina. Ragion per cui, sepolto il 2016, è giunto il momento di riprendere la tradizione annuale di questo blog: una monumentale lista di ROBA sfrigolante svolta negli ultimi 365 giorni. 

Narrativa


Quest’anno ha visto l’uscita di ARMI NARRATIVE SPERIMENTALI, un’antologia di novelle che raccoglie le storie pubblicate su questo sito (In Silenzio, Maschere degli Architetti Solari, Fine del Cammino, Figlio dell’Occidente, La Caduta di Enoch), con l’aggiunta di centoventi pagine di materiale inedito (Mai Come Voi, Forma e Vuoto). Lo scopo del volume è sperimentare sugli elementi strutturali della letteratura, in specie il dispositivo narrativo: ogni storia si accompagna a un piccolo “tutorial” che ne spiega il processo di scrittura. Il volume si conclude con un breve saggio di teoria letteraria che tira le somme degli esperimenti. Il libro è disponibile in carta e in vari formati digitali; tutte le info a questo link.
La successiva uscita è stata la ripubblicazione di una vecchia novella, NOTTE DELL’AVVENIRE, nella sua seconda edizione, tutta cromata e scintillante (almeno, a livello metaforico). Il racconto parla della parabola cosmonautica sovietica, ripercorrendo in modo obliquo le vicende di Valentina Tereshkova, la prima donna nello spazio. Il volumetto è disponibile in carta e ebook.
La terza uscita è stata PARADOX, un romanzo di fantascienza pubblicato dalla Acheron Books, incentrato sul viaggio nel tempo, Finnegans Wake, una surreale cospirazione universale, la vita nelle borgate e il potere di un bloccasterzo nel punire il Male (in specie quando roteato in direzione del suo setto nasale). È il mio romanzo più bizzarro, tra quelli pubblicati, e ne consiglio la lettura; se ti rifiutassi di farlo, il tuo nome sarà segnalato al Partito e aggiunto alla lista dei Nemici del Popolo. Il romanzo è disponibile in carta e ebook; tutte le info a questo link.
Quest’anno ho anche pubblicato due volumetti gratuiti dedicati ai giocatori di ruolo: INDIE MOVIE, un mini-RPG incentrato su una scalcagnata troupe cinematografica, e KILL BANE, un modulo che aiuterà i DM a inserire la minaccia del terrorismo nelle proprie ambientazioni fantasy.
Sul versante produttivo, l’anno è stato molto più frammentario e inconcludente. Ho svolto la necessaria Ricerca & Sviluppo per: ARMI NARRATIVE SPERIMENTALI II, il quale sarà incentrato sul worldbuilding; BLACKMILL (titolo provvisorio), un romanzo d’azione che tratta di agitazione sindacale subcosciente, a metà tra Inception di Christopher Nolan e La Battaglia di John Steinbeck; PLAGUEFATHER (titolo provvisorio), una novella Sword & Sorcery deprimente e strafatta di Xanax, in linea con la produzione di Clark Ashton Smith. Tutti questi progetti vedranno la luce in un punto indeterminato della storia umana, auspicabilmente incluso nel presente secolo.
L’ultimo romanzo di cui parlare è, invece, una vittima di Donald Trump: L’OCCUPAZIONE (titolo provvisorio), un thriller fantapolitico per cui ho svolto ricerche preliminari e di cui ho iniziato a stendere il soggetto. Purtroppo, l’intero edificio della narrazione si basava sulla recrudescenza dei rapporti USA-Russia nel prossimo futuro, e la politica di distensione di Trump l’ha fatto crollare (come molti, ipotizzavo una vittoria della Clinton). Il lato positivo della faccenda è che il mondo ha probabilmente scansato una guerra nucleare, il lato negativo è che L’OCCUPAZIONE non ha più senso di esistere.
Quest’anno ho anche trovato le risorse psichiche e morali per risistemare il mio vecchio blog, ristrutturandolo nel luccicante sito che vedi innanzi alle tue pupille: fatti un giro, ci sono contenuti gratuiti a bizzeffe e robe esotiche e ammennicoli e unicorni.

Articoli

Abbiamo (ri)fondato una rivista! TEOREMA, un magazine sardo di cinema, fu creato da me, Antonello Zanda, Elisabetta Randaccio, Tore Cubeddu e Bepi Vigna nel 2005. Dopo sette numeri, pubblicati nel corso di quattro anni, è andato in ibernazione. Ora l’abbiamo scongelato, ripensato in forma digitale e, nel corso di quest’anno, ne abbiamo pubblicato quattro numeri (9101112). All’interno di TEOREMA, oltre ad occuparmi del lato tecnico-informatico, ho una rubrica che tratta di videogame. I miei pezzi pubblicati quest’anno sono: World of WarcraftNo Man’s SkyPokémon GO e This War Of Mine.
Inoltre, continua la mia rubrica su DIARI DI CINECLUB in cui, ogni mese, analizzo una qualche meravigliosa assurdità presente su YouTube. Gli articoli pubblicati quest’anno vanno dal #15 al #26 (qui la lista con i titoli e i link): si è parlato di Fabio Rovazzi, hacking, Penna-Ananas-Mela-Penna, Minecraft, il gatto Nyan, hooligan russi, Five Nights At Freddy’s, molotov cocktail e tante altre felici tematiche.

Traduzione

Tra le tonnellate di roba tradotta quest’anno, soltanto due progetti hanno qualche attinenza con la mia produzione artistica: FRANK & NICK MAKE YOU SICK, un extra di SHOW PIECES di Alan Moore e Mitch Jenkins, e CTHULHU E RIVOLUZIONE di Howard Phillips Lovecraft, in cui il Solitario di Providence discute di politica a 360° e, specificamente, della sua conversione “rossa” in seguito al crack economico del 1929. Il volumetto sarà disponibile in di carta e in ebook a gennaio.

Musica

Quest’anno, con virile impeto, sono riuscito a chiudere due progetti che languivano da troppo tempo. A WORLD WITHOUT US, un album Dark Ambient, è stato terminato con l’aggiunta dei brani Nightside of Eden, By The Shadow of the Titanpits, Dirge for the God-Machine e l’epilogo, We Are Not From Here. L’intero album è poi stato mixato in una unica traccia da mezz’ora circa, A World Without Us, assumendo la forma per cui era stato progettato fin dall’inizio. Anche INFODUMP, la mia seconda raccolta generalista di brani elettronici “misti” (la prima era NONDESCRIPT), è stata conclusa con la composizione e pubblicazione di Monarch, 90s Summer Cheesemeister, And I Felt Nothing, Mon You Mental e Diablerie. La terza raccolta, HIVEMIND, sarà composta nel 2017. In aggiunta, ho dato il via a THE DIABOLIST VARIATIONS, perché arriva il momento, nella vita di un uomo, di comporre un album punk hardcore. I brani disponibili sono, per ora, tre: Pints of Guinness To Heal You, Straight To Hell e No. Al termine dell’anno, la neonata casa discografica indie Department of Sound ha adottato la mia musica, con mio grande stupore e sbigottimento.


Letture

Quest’anno ho letto 185 libri (tra romanzi, saggi, fumetti, manuali). Se hai bisogno di qualche spunto, leggi la lista completa a questo link: potresti trovare qualcosa che colpisce la tua immaginazione.


Epilogo

Ecco tutto. Se hai letto fino a qui, sappi che gli unicorni ora danzano e inneggiano alla tua imperitura gloria. Prego le forze ctonie al di là dello specchio perché il 2017 sia un anno più misericordioso del 2016.